Amici Frasassi

Acqua Frasassi partner dell'iniziativa Wear Me 30 Times

20 ottobre 2020

Acqua Frasassi partner dell'iniziativa Wear Me 30 Times

ll ​ 22 ottobre 2020​, a Milano, è stata lanciata Wear Me 30 Times​, un’iniziativa per aiutare i consumatori ad abbattere gli effetti del climate change incentivando un consumo sostenibile dei capi di abbigliamento.
 
Maakola​ , fashion brand sostenibile, e ​ Genuine Way​ ,  azienda tecnologica attiva nella certificazione di sostenibilità tramite tecnologia blockchain, hanno creato Wearme30times, uno strumento che permette a tutti i consumatori di estendere la vita di un capo da meno di 10 volte a un minimo di 30.
 
Secondo ​ McKinsey & Company​  nel 2014 sono stati acquistati il 60% in più’ di capi che nel 2010, ma la durata della loro vita e’ stata ridotta di piu’ della meta. Wearme30Times aiuta consumatori e brand ad agire insieme contro il climate change.
 
L’urgenza di un cambiamento significativo nel comportamento dei consumatori, responsabili del 20% delle emissioni di gas serra del fashion, ha spinto Maakola e Genuine Way a creare un'etichetta all’interno dei capi che permette di tenere traccia di quante volte e’ stato indossato. Grazie a Wearme30Times  consumatori e brands possono agire insieme contro il climate change e contribuire all’abbattimento del 4% delle emissioni globali dei gas serra  per cui e’ responsabile il mondo della moda.                                            
 
Perche’ 30 volte?
 
Livia Firth, produttrice cinematografica e paladina del green style ha lanciato nel 2010 la sfida #30wears, che invita a indossare un capo almeno 30 volte prima di buttarlo.
La rivoluzione della moda ecosostenibile iniziata da Livia si e’ stata estesa ad altre iniziative come Green Carpet Challenge ai Green Carpet Fashion Awards che hanno visto partecipi celebrità come Meryl Streep, Cameron Diaz e Stella McCarteny.
 
Maakola e Genuine Way hanno deciso di estendere questa sfida a tutti i consumatori dei brand aderenti e creare il primo sistema che traccia la vita dei capi d’abbigliamento, incentivando i consumatori a sostenere un modello di fashion che sia slow, sostenibile, trasparente, e circolare.
WARP stima che estendendo di nove mesi la vita di metà dei capi d'abbigliamento nel Regno Unito, si pu’ risparmiare l'8% di carbone, il 10% d'acqua e il 4% di rifiuti per tonnellata.